maggio 22 2018

Piccoli delitti in famiglia

Barbara Scalìa è commissario a Mondello, distaccamento di Palermo. Vive con un gatto e la sua vita privata è divisa fra un fidanzato, con il quale ha un rapporto conflittuale, e una madre dai comportamenti a dir poco bizzarri. Una notte Barbara riceve una telefonata. I condòmini di via Marina n. 8 affermano di essere stati svegliati da un urlo seguito da un tonfo e di avere visto Tommaso Randazzo, un loro coinquilino, steso a terra sul limitare della spiaggia. Sentito il medico legale, Barbara Scalìa esclude che la vittima si sia gettata volontariamente dalla finestra e avvia un’indagine per omicidio. Subito un fatto alquanto strano richiama l’attenzione del commissario: la sorella della vittima, Evelina Randazzo, maritata con Elias Cardoso, non si presenta al funerale di Tommaso e, da quel momento, è introvabile. Cercando quale mistero si celi dietro ai fratelli Randazzo, emergono intrighi che allargano le indagini a livello internazionale.

Guarda il BOOKTRAILER

Mi trovi QUI e QUI in formato cartaceo

Mi trovi QUI in formato eBook

maggio 18 2018

La bibliotecaria di Calle Varisco

Salve, sono Emma e la biblioteca è il mio regno. Calle Varisco esiste ed è, a tutti gli effetti, la calle più stretta di Venezia. Con i suoi cinquanta centimetri di larghezza è, in un certo senso, la calle che non c’è, luogo ideale per dare vita a questo divertissement ambientato in una grande biblioteca immaginaria che si trasforma, attraverso la figura un po’ snob della bibliotecaria, nella metafora di un salto generazionale sullo sfondo di un divertente connubio fra cultura e pettegolezzo. Benvenuti, dunque, nella biblioteca di Calle Varisco.

 

Mi trovi QUI e QUI formato cartaceo
Mi trovi QUI in formato eBook

Mi trovi in Facebook

Category: I miei libri | Commenti disabilitati su La bibliotecaria di Calle Varisco
maggio 18 2018

Un delicato profumo di ortiche

“Mi rivolgo a te che stai leggendo queste pagine e che vivi non so in quale tempo e non so in quale luogo. Lo dico non senza provare una  certa inquietudine all’idea che ciò che sto per dire dovrà attendere chissà quanto tempo prima di arrivare nelle tue mani. Se la pazienza è amara il suo frutto  è  dolce, diceva Rousseau, ma non in questo caso perché, se per me la pazienza è amara, per te il frutto non sarà affatto dolce. Mi chiedo chi sei e  non poterti dare un volto, confesso, ha un suo fascino. Continue reading

Category: I miei libri | Commenti disabilitati su Un delicato profumo di ortiche
maggio 18 2018

Piovono asini

Una sconcertante testimonianza di chi, in prima persona, ha vissuto il perverso progetto culturale che ha allontanato la scuola pubblica dalla sua funzione costituzionale. Una scia di fallimenti da far tremare le vene dei polsi. Impreparazione e improvvisazione, insufficienza organizzativa, inettitudine dei dirigenti, presenza invasiva dei genitori, rassegnazione degli insegnanti, hanno oliato la macchina del clientelismo, della demagogia delle assunzioni, dei remunerativi corsi di formazione, delle non valutazioni e dei concorsoni. Tra abbozzi, aborti, velleità, vanità, sconsideratezze, ogni ministro della pubblica istruzione che è passato, è stato in carica pochi mesi, ha fatto il peggio di cui è stato capace e se n’è andato. Tutto è servito a creare danni incalcolabili alla scuola italiana, al punto di declassarla all’ultimo posto fra i paesi OCSE. E’ servito, soprattutto, a trasformare i nostri studenti in un esercito di ragazzi inadeguati e impreparati ad affrontare il futuro con le sue sfide.

Mi trovi QUI

maggio 18 2018

Nel nome della madre

FINALISTA PREMIO LETTERARIO F. ALZIATOR

L’esistenza era dura a Jerzu, un piccolo paese dell’Ogliastra, eppure Arròsa viveva i dolori della vita in modo composto, come composta era stata tutta la sua esistenza. Pervasa da un’inquietudine perenne, mai aveva fatto trasparire i moti dell’animo, perché era riuscita a mitigare le disillusioni e le insofferenze creandosi una scala di valori alla quale era stata sempre fedele: la famiglia, Dio, le tradizioni. Ma ora che avevano ucciso il suo Vittorio e che aveva una bimba da crescere, che senso aveva tutto questo? Sebbene si fosse sempre sottomessa agli eventi della vita con grande umiltà, ora più che mai si sentiva vittima di una ingiustizia che non poteva più sopportare. Portò il lutto, Arròsa, ma il lutto non faceva che urlare addosso alla figlia tutta la sua disperazione alimentando in lei, giorno dopo giorno, un fortissimo senso di ribellione nei confronti di sos istranzos. Quel nero di lutto ricordava a Nannai tutte le ingiustizie subite dalla madre, l’insensatezza della vita, le tragedie quotidiane, i laceranti ricordi, gli orrori e le violenze, il destino di una terra martoriata. Nannai pareva destinata a vivere una vita infelice qualunque, invece ecco avvenire lentamente qualcosa di singolare, un radicale rovesciamento di una stanca e immutabile rassegnazione. Crescendo, comprese che la giustizia dello Stato condannava e assolveva secondo le proprie leggi, mentre la giustizia della sua gente aveva altre regole ed emetteva ben altre sentenze. Comprese che le azioni possono essere atti di eroismo o di criminalità a seconda dell’orizzonte da cui si guarda e che il senso dell’esistenza era sempre interpretato dal punto di vista dei più forti.
Refrattaria a ogni sentimentalismo, implacabile nella critica alle istituzioni, Nannai si rivela, con le parole e con le azioni, un prodigio di forza, dove tutte le atrocità, pur senza perdere nulla della loro lugubre asprezza, diventano scene di un viaggio battuto dal maestrale in una terra che chiede giustizia. E’ tutto questo che induce Nannai Murtas a mettere in atto le norme del codice non scritto, perché tutto intorno a lei grida che le offese non possono restare impunite.

Mi trovi QUI  … e QUI sia in formato cartaceo che eBook

Category: I miei libri | Commenti disabilitati su Nel nome della madre
maggio 18 2018

Nietzsche l’immoralista sublime

Nietzsche ha scatenato una guerra totale nei confronti dell’ostracismo operato dalla cultura cristiana. A oltre cento anni dalla morte, il filosofo sta ancora facendo i conti con la morale, prima fonte ispiratrice della sua vita che, se da un lato lo ha tanto osteggiato, dall’altro ha fatto di lui un immoralista sublime.

Mi trovi QUI QUI in formato cartaceo

Mi trovi QUI in formato eBook

maggio 18 2018

Il codice barbaricino

Il codice barbaricino non è statico. E’ dinamico, si adegua. Bsogna dire, a differenza dell’interpretazione romantica, che esso non è senza crudeltà. Anzi nel suo processo di adeguamento alla società storica, è l’aggravarsi stesso delle contraddizioni che maggiormente lo incrudelisce. Il fatto è che la Barbagia non è così perché c’è il codice della vendetta, ma c’è il codice della vendetta perché la Barbagia è così.
A. Pigliaru

Mi trovi QUI e QUI in formato cartaceo
Mi trovi QUI in formato ebook

Mi trovi in Facebook

maggio 18 2018

Disgrafia e disortografia

Questo saggio nasce con lo scopo di aiutare genitori e insegnanti nella gestione del successo scolastico di bambini e ragazzi con problemi di disgrafia. Comportamenti svogliati, pigri, capricciosi, riluttanti all’impegno, spesso mascherano difficoltà grafo-motorie di non facile diagnosi. Conoscere il problema significa riuscire a orientare i ragazzi verso un iter diagnostico e, soprattutto, verso un tempestivo recupero delle abilità grafo-motorie.

Mi trovi in formato cartaceo QUI e  QUI

Mi trovi QUI in formato eBook

Mi trovi in Facebook

maggio 18 2018

Interpretazione e lettura dell’elettrocardiogramma

Questa guida è stata concepita per studenti e per tutti coloro che desiderano imparare a riconoscere un ECG normale e le alterazioni elettrocardiografiche più comuni. Senza dimenticare che la lettura dell’ECG è competenza medica e che è competenza infermieristica la sua corretta esecuzione, questa guida invita a guardare da vicino il funzionamento del cuore, magari cominciando a capire e interpretare il proprio elettrocardiogramma. Le nozioni teoriche sono integrate con quelle pratiche per fornire le conoscenze necessarie a comprendere i criteri diagnostici e per maturare un’ottica di prevenzione dei rischi cardiovascolari.

Mi trovi QUI in formato eBook e QUI in formato cartaceo

Mi trovi QUI

maggio 18 2018

Grafologia dell’età evolutiva

Questo saggio ha lo scopo di aiutare genitori e insegnanti nella gestione del successo scolastico di ragazzi preadolescenti. Comportamenti svogliati, pigri, capricciosi, riluttanti all’impegno, spesso mascherano un disagio esistenziale di difficile comprensione. Aiutare a capire queste problematiche rappresenta una sfida e un traguardo. Solo un lavoro congiunto di genitori, insegnanti e terapisti, ciascuno forte delle proprie esperienze e competenze specifiche, può aiutare questi ragazzi a superare i disagi che influenzano negativamente la vita scolastica e ne condizionano pesantemente il futuro.

Mi trovi QUI
Mi trovi in Facebook

maggio 18 2018

Disgrafia o errori didattici?

In Italia il numero di bambini disgrafici va oltre ogni ragionevolezza e proprio per questo il concetto di disgrafia va ridimensionato. E’ sempre più evidente che molte difficoltà di scrittura nascono da un approccio didattico non ottimale e, spesso, questo porta a considerare come disgrafici anche bambini cui semplicemente non è stato insegnato bene a scrivere. Questo libro dimostra con esempi concreti che, il più delle volte, per superare il problema della brutta scrittura non servono medici, ma servono bravi maestri.

Mi trovi in formato cartaceo QUIQUI

Mi trovi QUI anche in formato eBook

maggio 18 2018

Solo un’eresia ci puo’ salvare

Il libro esamina l’origine delle logiche di dominio su cui si basa la società attuale. Ci si chiede cosa abbia consentito a pochi gruppi di potere di appropriarsi del controllo delle masse. La risposta arriva come una doccia fredda: l’intera vita di ognuno è segnata e regolamentata fin dalla nascita ed è sottoposta al controllo dei poteri della Chiesa e di uno Stato falsamente democratico aventi enormi interessi in comune. Essi si avvalgono di potenti e raffinatissimi strumenti, quali la famiglia, il potere economico, la scuola, la téchne, il sistema giudiziario, il sistema informazionale, tutti finalizzati al controllo sociale e, conseguentemente, al controllo di immensi capitali.

Mi trovi QUI:
Amazon
Libreria universitaria
Macrolibrarsi
Libreria del Santo
Ibs