gennaio 1 2017

Animi solitari

Nell’animo di un solitario si ode sempre qualcosa dell’eco del deserto, qualcosa dei sussurri e del timido guardarsi attorno nella solitudine. Chi, anno dopo anno, giorno dopo giorno, è rimasto ad ascoltare la propria anima in confidenziale colloquio, chi nella propria casa è diventato orso delle caverne o custode di tesori, emana verso il mondo una luce crepuscolare, un odore di profondità. Noi, popolo di solitari, ascoltiamo i grandi silenzi, volgiamo lo sguardo mentale in lontananza e guardiamo lo spazio profondo. Il 2017 sia per noi, popolo di solitari, occasione per ascoltare echi lontani, per configurare nuovi mondi e per concedere alla nostra vista sempre nuove stelle.

Una foto pubblicata da Paola Sirigu (@giacomaleoparda) in data:

Spread the love


Copyright 2017. All rights reserved.

Posted 1 gennaio 2017 by paolasirigu in category "Pillole di filosofia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.