febbraio 9 2017

Le inchieste che non portano a nulla

Mi chiedo che fine abbia fatto l’inchiesta su quello che è accaduto la notte di San Silvestro del 2014 in cui un’improvvisa epidemia lasciò in servizio, nelle ore più congestionate dell’anno, solo 100 vigili urbani, mentre 767 rimasero a casa e di questi 628 inondarono il Campidoglio di certificati medici. Bene, ve lo dico io, l’inchiesta non ha portato a nulla, nessuno è responsabile. Si può avere rispetto di una magistratura così?

febbraio 8 2017

Cibo ed economia

Pesci, crostacei, frutti esotici: l’arcipelago di Vanuatu, nell’Oceano Pacifico meridionale, è minacciato dal junk food importato. Le autorità hanno quindi deciso di imporre un bando per preservare le abitudini alimentari degli abitanti e la salute. L’obiettivo è arrivare a sostituire il cibo importato con prodotti locali. Trovo sia un’ottima idea e non solo per un fatto di salute, ma per salvaguardare l’economia. In Italia siamo riusciti a distruggere il settore manufatturiero permettendo ai cinesi di vendere abiti a prezzi stracciati, similmente abbiamo distrutto il settore alimentare al punto che buttiamo i pomodori siciliani e mettiamo sulle nostre tavole i pomodori spagnoli. Lo sapevate, ad esempio, che la bresaola proveniente dalla Valtellina IGP viene preparata con carne argentina? La globalizzazione va bene solo se i popoli hanno regole comuni, ma è evidente che non possiamo competere chi non rispetta l’ambiente e con chi non ha regole sul mercato del lavoro. Dunque, o si rivede completamente il concetto di globalizzazione, o si rivede il sistema d’importazione (ed esportazione) dei prodotti esteri per incoraggiare la produzione e la vendita di prodotti locali.

febbraio 7 2017

Come ti distruggo un avversario

Non simpatizzo per il m5s, ma questo va detto. Secondo voi, però, è credibile che la Raggi sia così stupida da farsi fare una assicurazione da 30mila euro? Proprio per niente e quando dice di non sapere niente le credo perché immagino cosa possa essere successo. È stata fatta una assicurazione a suo nome proprio per creare questo scandalo, per affossarla in caso avesse vinto le elezioni. Questo paese è ingovernabile proprio perché è fin troppo facile incastrare personaggi di corrente avversaria. Provate a chiedervi a chi fa comodo tutto questo e capirete chi sono i responsabili.

febbraio 7 2017

Sussurri

Non dimentichiamolo, l’Italia è un paese le cui due massime cariche dello Stato sono Mattarella e Gentiloni, due omini dimessi che sussurrano ovvietà e banalità in ogni occasione. Mai visti due uomini così, grigi, monocordi, spenti. Non un guizzo di personalità, sempre a dire cose scontate e irritanti. Non trovereste irritante chiunque dicesse “se oggi non piovesse ci sarebbe il sole”? Similmente loro dicono “il problema numero uno del paese resta il lavoro”. Ma va! Nessuno se ne era accorto. “L’insicurezza di alcuni luoghi mina le possibilità di sviluppo” e ancora “la crescita è in ripresa, ma è debole”. Ci siamo forse dimenticati che l’abito fa il monaco? Il modo di essere di questi due personaggi dà al mondo informazioni sul nostro status e questo la dice lunga sulla credibilità dell’Italia nel mondo.

febbraio 6 2017

Rito abbreviato

Qualcuno mi spiega che follia è questa del rito abbreviato? Se uno è un assassino perché deve avere un tale sconto di pena? penso all’omicidio di Isabella Noventa, a quello di Roberta Ragusa e a tanti altri. Siamo davanti a degli assassini efferati a a una magistratura che regala vantaggi inaccettabili a favore degli imputati ai quali viene accordato uno sconto della pena. Si tenta in ogni modo di giustificare questa procedura, ma non la trovo affatto convincente perché il rispetto per la vittima e per i suoi parenti deve stare davanti a ogni cosa. Poi non lamentatevi se i parenti della vittima si fanno giustizia da soli.

febbraio 5 2017

Ciò che fa comodo

Sono contro il progresso e contro l’Occidente ma quando si ammala un loro figlio pretendono di farlo curare in America con quella tecnologia che odiano e nel paese che considerano il diavolo. Mi riferisco al caso della bimba iraniana i cui genitori hanno chiesto il permesso di entrare negli Stati Uniti per un intervento al cuore. Siccome non è dato conoscere le persone una a una, ovvio che si parla sempre per grandi numeri ed è innegabile che la maggior parte degli islamici siano ostili all’occidente, così com’è innegabile che la maggior parte, al momento del bisogno, pretende l’aiuto di quell’occidente che disprezzano. Allo stesso modo è lecito dire che quello italiano è un popolo di cattolici, perché questo è un dato di fatto decretato dai grandi numeri, che poi la Sirigu sia profondamente atea, è un fatto che non fa testo. Sia ben chiaro, non si tratta di generalizzazione, ma della necessità, comunque, di definire gli eventi. In nome delle differenze che riguardano una minoranza, non è lecito trascurare quelli che sono i tratti distintivi di un popolo.

febbraio 1 2017

Protezione civile

Apprendo ora che la protezione civile di Bertolaso ai tempi di Berlusconi era considerata dall’OCSE la migliore in Europa. Hanno affossato Bertolaso con l’accusa di omicidio colposo per l’Aquila. Naturalmente è stato assolto per non aver commesso il fatto, ma sono riusciti a distruggere una delle poche organizzazioni che funzionava. Questa è l’ennesima dimostrazione che, anche in Italia, ogni tanto passa qualche persona capace, ma gli italiani si affrettano ad affossarla.

gennaio 25 2017

Pelo e contropelo

Una foto pubblicata da Blogstermind (@blogstermind) in data:


Vi ricordate quando Obama è andato in Africa e ha detto agli africani: io sto con voi, però smettetela di lamentarvi perché la corruzione che vi rende poveri è roba vostra, non arriva da fuori. A differenza di Obama, nessun politico in Italia ha il coraggio di fare il contropelo al suo auditorio. Mai sentito un onorevole affermare davanti a una platea siciliana che la mafia è siciliana. Macché: la mafia sta a Roma, a New York, a Bogotà, dovunque ma non lì. Questo accade perché i nostri politici sono operaisti con gli operai, padronali con i padroni, vegetariani fra le pannocchie e carnivori fra i leoni, perché gli elettori non sono guardati come persone da responsabilizzare, ma come clienti da intontire dicendo loro che la colpa che li angustia è sempre altrove. Continue reading

gennaio 17 2017

Amoreggiamenti

Anche un cieco vede che la sinistra, storicamente laica, è fin troppo vicina alla Chiesa per ragioni tattiche. E’ un fatto che negli ultimi anni, con i governi Prodi, con la segreteria Veltroni e soprattutto Franceschini, ma anche con Bersani, Letta, Renzi e Gentiloni, i rapporti fra la sinistra e i vertici ecclesiastici sono idilliaci. La sinistra, nella sua debolezza, prova un terrore simile all’horror vacui di perdere i voti che gli vengono da un confuso elettorato di sinistra che vota per il Pd ma che la domenica va in chiesa e che a capo chino prende la comunione. E’ con questo elettorato che i partiti devono fare i conti e, c’è poco da fare, gli italiani sono e resteranno sempre democristiani, anche se cambia il nome dei partiti che votano. Continue reading

gennaio 16 2017

Il peggior vizio della democrazia

Una foto pubblicata da Claudio Cominardi (@c_cominardi) in data:

Il peggiore vizio della democrazia consiste nella tendenza al livellamento. Come diceva Tocqueville, la democrazia diffida del talento, esalta la mediocrità e usa la forza del numero, la quantità contro la qualità. La democrazia cerca di trasformare un bene in sé prezioso, ossia l’uguaglianza giuridica dei cittadini, in uno strumento volto a imporre un perverso egualitarismo sociale. Dunque, se la democrazia è un male necessario, occorre combattere i suoi continui eccessi demagogici. Anche per questo fatichiamo a essere liberali, perché il liberalismo è un ideale di gran lunga superiore alla democrazia, che è invece uno strumento imperfetto. Continue reading

dicembre 20 2016

Ma chi lo dice che abbiamo bisogno di un governo?

Ma siamo proprio sicuri che ogni paese abbia bisogno di un governo? La Spagna è senza governo da quasi un anno e non è mai stata così florida con un Pil in salita del 3%. Anche il Belgio restò senza governo per 541 giorni fra il 2011 e il 2012 e sopravvisse alla grande. Non avere un governo è positivo in un paese in cui le strutture continuano autonomamente a funzionare, l’Ue non può imporre tagli e riforme e certamente l’occupazione se ne avvantaggerebbe.

🙂

Leggi QUI

 

Una foto pubblicata da Carmine Axl Cortile (@axl9288) in data:

dicembre 18 2016

Scandali e ancora scandali


Nello stesso giorno in cui il sindaco di Milano Sala (PD) si autosospende, il caso Marra travolge i virtuosi, coloro che si proclamano senza macchia e senza paura, ossia gli esponenti del m5s. Ciò non stupisce, diciamolo, ma una cosa salta agli occhi e su questa non si può tacere, ossia la spudoratezza che non conosce limiti dei politici. Il PD difende Sala e non vuole la sua autosospensione, mentre chiede le dimissione della Raggi. Il m5s vuole mandare a casa Sala ma difende la sia sindaca. Non vi pare un’anomalia? Eppure i fatti non sono tanto diversi, forse lo sono nella sostanza ma non nella forma e noi non possiamo fingere di non vedere gli interessi di parte di coloro cui del paese non importa un bel nulla.