aprile 30 2018

Disgrafia o errori didattici?

In Italia il numero di bambini disgrafici va oltre ogni ragionevolezza e proprio per questo il concetto di disgrafia va ridimensionato. E’ sempre più evidente che molte difficoltà di scrittura nascono da un approccio didattico non ottimale e, spesso, questo porta a considerare come disgrafici anche bambini cui semplicemente non è stato insegnato bene a scrivere. Questo libro dimostra con esempi concreti che, il più delle volte, per superare il problema della brutta scrittura non servono medici, ma servono bravi maestri.