ottobre 28 2016

Il senso della caducità delle cose

Sto bevendo il caffè e sulla mia scrivania guardo il libro di Severino “Cosa arcana e stupenda”. E’ esattamente dove l’ho lasciato ieri sera prima di andare a dormire. È un libro verde, semplice, squadrato, un piccolo capolavoro che giace sul mio tavolo. La prima volta che vidi Emanuele Severino fu in una conferenza organizzata dall’associazione “Pordenone legge”. La calca era tanta e lui era seduto sotto un tendone con le gambe accavallate in una posa che gli è abituale. Pacato, brillante, affrontò i suoi temi più cari. Confesso che la calca, il caldo, la posizione da cui osservavo, non favorirono l’ascolto, ma non potei fare a meno di constatare la sua arte del porgere idee complesse a un pubblico semplice.

#libri #libridaleggere #libridaleggereprimadimorire #filosofia #emanueleseverino #lamiascrivania

Una foto pubblicata da Paola Sirigu (@giacomaleoparda) in data:

Mi chiesi se tutta quella gente rispecchiasse veramente lo spirito laico dell’autore o se fosse stata semplicemente richiamata dalla notorietà del personaggio, o se fosse alla ricerca di risposte a quelle domande che da sempre attanagliano l’uomo. Se la religione consistesse nell’avere il senso della caducità o della insignificanza del mondo, tutti saremmo religiosi, ma è il passo successivo che allontana i laici dai credenti. La religione impone alla gente di cercare un rimedio a tale sentimento ed era questa risposta che la gente si aspettava da quell’uomo anziano e pacato. Nulla di tutto questo è accaduto, così qualcuno se n’è andato deluso, qualcuno si è accontentato di vedere un personaggio noto. Io ne sono uscita mantenendo intatto il pensiero che quella grande anima sarà immortale. Non salirà mai al cielo, ma sulla terra resterà in eterno il suo pensiero, quello racchiuso in quel libro verde, semplice, squadrato, in quel piccolo capolavoro che ora giace sul mio tavolo.

 

Spread the love

Tag:, ,
Copyright 2017. All rights reserved.

Posted 28 ottobre 2016 by paolasirigu in category "Pillole di filosofia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.